Il Delta dell’Okavango è uno degli ecosistemi più insoliti del pianeta Terra. 

okavango deltaokavango
La scoperta del Delta dell’Okavango è stata, dopo la visita alle Cascate Vittoria, una delle esperienze più emozionanti del nostro viaggio in Botswana.
Dopo quello del Niger, il Delta dell’Okavango è il secondo più grande delta interno del mondo. Formato dal fiume Okavango, che nasce in Angola e giunge alla foce dopo oltre 1000 km, rappresenta uno degli ecosistemi più insoliti del pianeta. Il fiume scarica ogni anno nella sabbia del Kalahari circa 11 chilometri cubi di acqua, trasformando l’arido terreno in una pianura alluvionale caratterizzata da canali, lagune e piccole isole abitate da una fauna e una flora esuberanti. Nei pressi del Delta, inoltre, vivono popolazioni di diversa origine (perlopiù boscimani e bantu) dedite a pesca, caccia, coltivazione e pastorizia.
[nggallery id=910]
Passeggiare all’interno del Delta è stato davvero piacevole: le isole abbondano di una flora rigogliosa (tra cui palme, acacie, mopani, ficus, marule e salici) e di una fauna altrettanto variegata che conta diverse specie di mammiferi (tra cui impala, elefanti, bufali e ippopotami) ed erbivori (tra cui zebre, gnu, giraffe e facoceri). Dicono che anche i predatori siano numerosi (leoni, ghepardi, iene, sciacalli, licaoni e leopardi)… purtroppo, però, non ne abbiamo avvistato nessuno 🙁 .
passeggiata okavango

Passeggiata Serale

[nggallery id=911]

Passeggiata Mattutina

[nggallery id=912]

Decisamente suggestiva è stata anche la navigazione del Delta dell’Okavango in mokoro al tramonto. Passando tra i canneti di bambù e papiro, oltre ad osservare le bellissime ninfee e i fiori di loto, si possono ammirare una grande quantità di uccelli (tra cui aquile, anatre, aironi, pappagalli e cicogne). Nell’acqua, inoltre, nuotano coccodrilli del Nilo e diverse specie di pesci.
tramonto okavango
[nggallery id=913]
Dopo due giorni all’interno dell’Okavango, lasciare la pace del Delta ci è dispiaciuto non poco. Certo, mancavano le comodità a cui eravamo abituati, ma la tranquillità della vita e  la bellezza dei paesaggi vi sopperivano alla grande 😉 . Fortunatamente, però, il nostro viaggio alla scoperta del Delta non sarebbe finito al toccare la riva. Ci aspettava ancora il volo panoramico.
[nggallery id=914]
Soltanto quando lo si sorvola in aeroplano ci si rende conto di quanto spettacolari siano i panorami che l’Okavango forma ‘perdendo‘ le sue acque all’interno del Kalahari. Le turbolenze là in alto non ci hanno reso la vita facile, tuttavia le grandiose vedute del fiume, della pianura e degli animali che vi ci vivono hanno trasformato il volo in qualcosa di davvero molto speciale. Date un’occhiata alle foto qui sotto… e dal vivo, chiaramente, è ancora più bello! 😎
[nggallery id=915]